Care ragazze e cari ragazzi,
vi voglio raccontare una storia. E’ la storia di #‎LiberoGrassi, imprenditore siciliano ucciso da Cosa Nostra. Nato a ‪#‎Catania‬ nel 1924, proveniente da un famiglia antifascista, Libero Grassi nel 1942 si trasferì a Roma per studiare scienze politiche all’università. Successivamente, all’indomani della fine della Seconda Guerra Mondiale, decise di trasferirsi a #‎Palermo per studiare Giurisprudenza. Proseguì con l’attività di commerciante e a Palermo aprirà uno #‎stabilimentotessile‬. Diventerà anche un attivista del Partito Repubblicano Italiano.

Perché Libero Grassi è così importante nella storia d’Italia? Perché fu uno dei primi, se non proprio il primo, ad opporsi fermamente al pagamento del pizzo, rifiutando ogni tipo di sottomissione a Cosa Nostra. Per questo, purtroppo, fu ucciso il #‎29agosto1991‬ a Palermo. E’ certamente un grande esempio per tutti i commercianti vittime del racket. Marx affermava: “Proletari di tutto il mondo, unitevi! Io dico: “Commercianti vittime del racket di tutto il mondo, unitevi! Coraggio! Più siete e meglio sarà! Uniti, sempre! #‎LegalitàdelNOI‬

Libero Grassi