Onore a PAOLO BORSELLINO

Onore a PAOLO BORSELLINO (1940-1992) – Magistrato, vittima di mafia.

“Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola”.

Insieme al suo fedele compagno Falcone, Paolo Borsellino è stato uno dei giudici che ha combattuto più di tutti la mafia. Membro attivo del “pool antimafia” voluto da Caponnetto, è stato protagonista del Maxiprocesso a Cosanostra di Palermo. Quest’importante Maxiprocesso, presieduto da Alfonso Giordano, è stato il motivo principale che ha portato all’uccisione di Borsellino e Falcone. Nel Maxiprocesso, grazie alla preziosa collaborazione di Tommaso Buscetta e non solo, furono condannati all’ergastolo  19 mafiosi, e tra i 460 imputati furono condannati a pene detentive per un totale di 2665 anni di galera. Questo la mafia non poteva lasciarlo passare. Ed è per questo che il 19 luglio 1992, in via D’Amelio a Palermo, scoppiò una macchina carica di 90 kg di esplosivo, riducendo a brandelli di carne i corpi di Borsellino e di 5 agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Costina e Claudio Traina. ONORE anche a loro!! ‪#‎NOallaMafia‬

paolo_borsellino (1)

Precedente Guerra di trincea Successivo LIBERA: “La verità illumina la giustizia!”