Race for the Cure – Bari 2016. Morale è partecipazione!

Anche quest’anno si è svolta, in tutta Italia, la decima edizione della “Race for the Cure”, maratona dedicata alla lotta contro il tumore al seno. Oggi, domenica 22 maggio, la città di Bari si è letteralmente colorata di rosa, dal centro storico al quartiere murattiano, attraversando tutto il lungomare. E’ stato importante partecipare, donando un contributo minimo di 12 euro, contribuendo ad una guerra – quella tra le donne e il tumore – che bisogna assolutamente vincere. E sono proprio loro le eroine. Quelle donne che convivono e lottano contro una delle più atroci malattie: il tumore. A quest’importante manifestazione hanno partecipato ragazzi/e, donne, uomini e anche cani. E’ un forte segnale per la città, soprattutto per la parte più antica e spesso più restia a questo tipo di manifestazioni. Far sapere a tutti che una grossissima fetta della cittadinanza, onesta e intrisa di morale a sostegno di una causa importantissima, decide di scendere in massa, sfilando fiere e orgogliose della loro identità. L’obiettivo principale di quest’evento è la raccolta di fondi, attraverso donazioni, vendite di gadget promossi da ‘Komen Italia’, da destinare alla ricerca per la lotta al tumore al seno. ‘Komen Italia‘, da diversi anni, realizza ogni anno progetti concreti nei suoi 3 principali ambiti di intervento: promozione della Prevenzione, miglioramento della qualità delle cure e sostegno alle donne che si confrontano con la malattia.

Come sempre, resta per me e credo per tutti, una grande emozione poter marciare e correre al fianco di tante persone che credono fortemente nella ricerca. Mi sarebbe piaciuto tanto poter stringere la mano, avvicinandomi e dando il mio seppur minimo sostegno morale, alle tante valorose donne che convivono con il tumore. Per questioni logistiche e di tempo non è stato possibile. Io sono con voi, eroine dei nostri giorni, mamme, nonne, figlie del mondo. Coraggio, ora, domani, sempre.

FOTO: ©Francesco Saverio Mongelli

 

I commenti sono chiusi.